Francesco Grazioli, fotografo e videomaker oltre che speleologo ci ha intrattenuto con una rassegna fotografica delle cavità naturali carsiche nel gesso della collina bolognese illustrandone gli ingressi, lo sviluppo e le altimetrie con stupende fotografie realizzate durante le periodiche esplorazioni di queste cavità.

Non tutte le diramazioni possibili sono ancora state perfettamente mappate tant’è che durante una di queste esplorazioni è stata fatta una clamorosa scoperta: il teschio di una donna risalente a circa 5.400-5.800 anni fa incastrato in una spaccatura della roccia molto probabilmente a seguito di un crollo del pavimento della grotta superficiale in cui era avvenuta la sepoltura. La rimozione del teschio e il suo affidamento agli specialisti archeologi è stato illustrato in un emozionante filmato