Il Dott. Mauro Felicori, Assessore alla Cultura e Paesaggio delle Regione Emilia-Romagna, ha tenuto il 12 ottobre 2020 una seguitissima relazione sul tema dei Beni Culturali.

Secondo la sua ampia esperienza dirigenziale maturata prima al Comune di Bologna e poi alla Direzione della Reggia di Caserta, oltre al ruolo svolto in qualità di Commissario della Fondazione Ravello, la gestione dei Beni Culturali può essere svolta migliorandone considerevolmente l’efficienza.

Questo non significa, ha precisato, che i beni culturali debbano produrre “profitto”, ma, più concretamente, che migliorandone la gestione si possa sia aumentarne la fruizione a più ampi strati della popolazione. Riducendone il costo si potrebbe inoltre, a parità di risorse investite dal settore pubblico, avere risorse da utilizzare anche per valorizzare quei beni “minori” così frequenti nel nostro paese e così importanti per la nostra storia.

Anche energie e capacità manageriali private potrebbero affiancare il settore pubblico in questo sforzo, cercando di rendere musei e beni culturali in genere non solo “luoghi della conservazione” per gli studiosi, ma “luoghi della memoria collettiva” per l’intera nazione.