TonelliIl Dott. Giancarlo Tonelli, Direttore Generale Confcommercio Imprese per l’Italia di Bologna, lo scorso 3 maggio ci ha intrattenuto descrivendo la situazione dell’Associazione che dirige. Nel territorio dell’Area Metropolitana di Bologna sono 137.000 gli imprenditori attivi sul territorio per 95.000 imprese registrate di cui 83.000 attive.

Il 65% di questa sono attive nel settore dei servizi e il 25% in quello industriale. La metà delle imprese sono di tipo individuale. Comincia inoltre ad evidenziarsi in questa contesto un significativo numero di imprese straniere pari a oltre 12.000 unità, la metà delle quali possedute da residenti extracomunitari.

Essendo il settore dei servizi quello sul quale sono maggiormente intervenute le restrizioni finalizzate al contenimento della diffusione del virus Covid 19 sono conseguentemente queste le imprese che hanno maggiormente sofferto della attuale situazione. Il sistema di ammortizzatori messo in atto dai governi succedutisi durante la presente pandemia, secondo il relatore, sono stati certamente meritevoli, ma sono intervenuti soprattutto a protezione dei lavoratori e meno delle imprese che hanno registrato e stanno tuttora registrando un significativo calo di fatturato.

La riduzione del tasso di attività ha avuto naturalmente una ricaduta negativa su tutta la “catena produttiva del valore” coinvolgendo anche tutti i fornitori del settore dei servizi. Anche l’attuale situazione di aperture limitate negli spazi e negli orari non solo penalizza il settore dei servizi, ma corre il rischio di far chiudere definitivamente un certo numero di esercizi, non più in grado di competere sul mercato.

Questa situazione potrebbe determinare nel prossimo futuro, quando le presenti restrizioni saranno completamente rimosse, un cambiamento permanente negli stili di vita e lavoro oltre che nel modello dei consumi che rimodelleranno il settore dei servizi sul nostro territorio: l’Associazione sta introducendo tutti gli interventi possibili per assistere i propri associati in questa complessa situazione di possibile trasformazione della situazione economica territoriale.